Apocalisse nel 2040

Così finisce il mondo, tra un calcolo di computer e il sonno giunto ancora a TV accesa…

[________________________F.McLeane_________]

Express.co.uk

Un computer programmato su un modello di calcolo apocalittico, uno dei computer più grandi del mondo nel 1973, ha elaborato i dati e previsto la fine della civiltà entro il 2040.
La previsione proviene da un programma soprannominato World One, sviluppato da un team di ricercatori del MIT e elaborato dal più grande computer australiano.
È stato originariamente ideato dal pioniere del computer Jay Forrester, dopo essere stato incaricato dal Club di Roma di sviluppare un modello di sostenibilità globale.
Tuttavia, il risultato scioccante dei calcoli del computer ha mostrato che il livello di inquinamento e di popolazione causerebbe un collasso globale entro il 2040.
Ciò dimostra che il mondo non può sostenere l'attuale livello di popolazione e crescita industriale per più di due decenni.
L'emittente australiana ABC ha ripubblicato il suo rapporto originale degli anni '70, dal momento che mancano solo due anni fino a quando non si prevede un cambiamento sostanziale secondo il modello del computer.

Così mancano solo vent’anni alla fine del mondo così per come lo avevamo conosciuto.
La mia Generazione nell’arco della sua vita potrà dirsi fortunata durante la vecchiaia, non soffrirà a lungo.

Il modello ha basato le sue previsioni su tendenze quali i livelli di inquinamento, la crescita della popolazione, la disponibilità di risorse naturali e la qualità della vita sulla terra.
Il calcolo misterioso è stato straordinariamente accurato in alcune previsioni, come una qualità della vita stagnante e una diminuzione delle risorse naturali.
Una previsione affascinante mostra che la qualità della vita dovrebbe calare drasticamente dopo il 2020.
Quindi tra soli due anni assisteremo all'inizio dell'ultimo ventennio e avremo prove tangibili di cosa accadrà.
In questo momento le emittenti dicono al pubblico: "Verso il 2020, la condizione del pianeta diventa molto critica.
"Se non facciamo nulla al riguardo, la qualità della vita scenderà a zero: l'inquinamento diventa così grave che inizierà a uccidere le persone, il che a sua volta farà diminuire la popolazione, inferiore a quello del 1900".
"In questa fase, intorno al 2040-2050, la vita civile come la conosciamo su questo pianeta cesserà di esistere".

Misure drastiche…già possiamo capire cosa significherà per quelle milioni di persone che non si arrenderanno all’idea di morire di fame e stenti, o di aiutare il prossimo.

Potete mettervi già a fare le statistiche con questo sito che mostra calcoli dettagliati:

http://www.worldometers.info


Anche Alexander King, un pioniere britannico che guidava il Club di Roma, fece una previsione scioccante riguardo alla sovranità nazionale.
Ha detto alla ABC: "La sovranità delle nazioni non è più assoluta, c'è una progressiva diminuzione della sovranità, un po 'alla volta, anche nelle grandi nazioni, questo accadrà".


Insomma, la perdita della sovranità riguarda proprio i paesi dell’Unione Europea, ma riguardava , se ci fate caso, anche i paesi di un’altra Unione, l’Unione Sovietica, stati satelliti senza una vera autonomia.

Cosa distrusse l’Unione Sovietica? La corruzione.
La corruzione che non è un morbo che contagia solo le Democrazie.

Il parallelo esiste, ed è evidente, anzi rispetto all’Unione Sovietica siamo messi molto peggio dato che non solo abbiamo ceduto la nostra Sovranità ma anche la nostra moneta…

Ed adesso anche le nostre terre, le nostre città, stazioni, quartieri agli immigrati.


Esattamente come avvenne nella tarda Età dell’Impero:

..ma con qualche differenza rilevante.

Oggi hanno i Media per controllare la gente, in Unione Sovietica ancora si affidavano al KGB o al Direttorato S o K, in Germania Est alla Stasi, oggi muovono i fili con una sola mano:

E’ come essersi consegnati al nemico senza colpo ferire.

Vogliono spazzarci via dicendo che “Siamo tutti uguali”, “Accettare la Diversità”, “Abbracciare le Culture”, ma le cose non stanno così.

Quindi concludo con le parole di uno Storico Saggio Russo, Aleksandr Isaevič Solženicyn:

“Gli Esseri Umani sono nati con differenti capacità:

se sono liberi allora non sono uguali, e se sono uguali allora non sono liberi.”

Annunci